23 03, 2015

SONO PRIMARIO!

2020-08-05T08:33:52+00:0023 Marzo 2015|Primo piano|

I recenti risultati delle primarie in Liguria, in Campania o nelle Marche, ma anche a Venezia e per ultimo a Villafranca in Lunigiana (MS), mi fanno gridare : VIVA LE PRIMARIE!! Le primarie sono una competizione elettorale attraverso la quale [...]

31 01, 2015

BEN FATTO !!!

2020-08-05T08:33:52+00:0031 Gennaio 2015|Primo piano|

Sergio Mattarella (Palermo, 23 luglio 1941) è un politico italiano, dodicesimo presidente della Repubblica Italiana. Deputato dal 1983 al 2008, prima per la Democrazia Cristiana e poi per il Partito Popolare Italiano e la Margherita, e più volte ministro, dal [...]

8 11, 2014

IN PROVINCIA SERVE UN NUOVO CORSO

2020-08-05T08:33:53+00:008 Novembre 2014|Primo piano|

La recente elezione per il nuovo Ente "Provincia di Massa Carrara", non poteva passare inosservata da chi, come me, ha creduto e operato in quell' Ente. Ma questa elezione è differente dal passato, senza il voto diretto dei cittadini ed apre una nuova fase; una fase sperimentale e complicata perché, ancora, senza precisi riferimenti. Una fase nuova che porta a legare la Provincia ai Comuni! La nuova Provincia è davvero diversa rispetto al passato dunque serve prenderne atto, comprenderlo e calarsi nella nuova realtà in modo adeguato. Per fare capire a tutti cosa accade ecco alcune affermazioni di Del Rio sul tema : "Sul fronte della riforma delle Province, deve essere chiaro che va portata fino in fondo. Le Province diventano uno strumento a servizio dei Comuni e delle Regioni. Sono un ente nuovo, intermedio, un’agenzia di servizio agli enti locali". "Le Province sono ufficialmente defunte dal 2012 e i nuovi Enti dovranno essere nelle condizioni di erogare i servizi essenziali che sono le strade e le scuole. Sulle altre funzioni la scelta spetterà alle Regioni, che dovranno decidere se richiamarle a sé o delegarle sui territori. Quindi anche il bilancio della nuova Provincia va commisurato ai nuovi compiti e non a quelli attuali. Abbiamo stimato che dei 46mila dipendenti attuali delle Province ne basteranno meno della metà, 18-20mila per svolgere quelle funzioni. Gli altri saranno ricollocati nell’ottica di un turn over, su base volontaria, negli altri enti della Repubblica, Prefetture, Tribunali, Inps, Inail eccetera...". "Basta coi doppioni, il cambiamento spaventa sempre ma dobbiamo passare da una logica competitiva a una logica cooperativa fra i livelli amministrativi".

11 10, 2014

ISIS, TERRORE ANACRONISTICO

2020-08-05T08:33:53+00:0011 Ottobre 2014|Primo piano|

Negli ultimi dieci giorni l’Iraq – paese a maggioranza sciita con una storia recente complicata e violenta – è stato conquistato per circa un terzo del suo territorio da uno dei gruppi islamici sunniti più estremisti in circolazione, lo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante, noto anche con la sigla “ISIS”. Non è la prima volta che in Occidente si sente parlare di ISIS: da più di due anni l’ISIS combatte nella guerra civile siriana contro il presidente sciita Bashar al Assad, e da circa un anno ha cominciato a combattere non solo le forze governative siriane ma anche i ribelli più moderati, creando di fatto un secondo fronte di guerra. L’ISIS è un’organizzazione molto particolare: definisce se stesso come “stato” e non come “gruppo”. Usa metodi così violenti che anche al Qaida di recente se ne è distanziata. Controlla tra Iraq e Siria un territorio esteso approssimativamente come il Belgio, e lo amministra in autonomia, ricavando dalle sue attività i soldi che gli servono per sopravvivere. Teorizza una guerra totale e interna all’Islam, oltre che contro l’Occidente, e vuole istituire un califfato non si sa bene dove: ma i suoi capi sono molto ambiziosi. tratto da "ilpost"