/Dal Faro
­

LA VERSIONE DI BARNEY

Il film che sono stato a vedere l'altra sera merita una citazione. Il film tratto dall’esplosivo ed alcolico bestseller di Mordecai Richler, rende solo parziale giustizia del caso letterario ma resta un bel film che appassiona per tutta l'intera durata. La trasposizione cinematografica ne fa una commedia "gentile" ma sarcastica e psicologica che ti prende per tutto il tempo dello spettaccolo e ti lascia molte occasioni per riflettere. Si tratta d'un film che consiglio senz'altro e trovo molto intelligente, oltreché bello da vedere.

17 gennaio 2011|Dal Faro|

NON VOGLIO CHE CLARA… ”DEI CANI”

Sono anni che ascolto il gruppo NVCC e devo dirvi che sinceramente meritano molta più notorietà di quella che hanno attualmente. Il gruppo in questione è fatto di compositori e musicisti veramente in gamba, a volte un pò barocchi, ma pieni di qualità, Anche gli arrangiamenti sono degni di nota per la ricercatezza e per il modo in cui vengono eseguiti. Qualcuno li giudica un pò leziosi e sempre uguali ma sinceramente il mix di musica e testi offre canzoni di grande qualità. Certo si tratta di musica d'ascolto e non da consumo ma il loro monostilismo di profondità offre l'occasione di fare percorsi esplorativi tra cuore e ragione. Tre canzoni da segnalare su tutte: "gli anni dell'università" (da pelle d'oca), "la stagione buona" (testo d'impegno sociale speciale) e "la mareggiata del '66" (notevole per intensità). In conclusione un album straordinario per un buon gruppo che sa tirare fuori suoni affascinanti che fatichi ad ascoltare in altre occasioni.

30 ottobre 2010|Dal Faro|

OLIVE KITTERIDGE

E' trascorso un mesetto circa dalla proclamazione del Premio Bancarella 2010 e mi trovo a suggerire e consigliare di leggere il libro vincitore del Premio. Il libro in questione s'intitola "Olive Kitteridge" ed è stato scritto da Elizabeth Strout, giornalista già vincitrice di un Premio Pullitzer. Un libro difficile ma veramente bello, un racconto psicologico, fatto di tante storie, chiuse, che stanno tutte dentro la storia di Olive Kitteridge. Personalmente paragono questo libro a "Spoon river", davvero un capolavoro per la descrizione dei luoghi, per le storie che racconta, per la definizione dei personaggi.

25 agosto 2010|Dal Faro|