/Primo Piano
­

QUANDO FINISCE UN GOVERNO DI CONTRATTO

Parliamo di un Governo che si era definito del cambiamento ed effettivamente c'è stato: in peggio! La situazione economica è peggiorata, sul piano sociale nulla è mutato, mentre sul piano elettorale è cambiato tutto, a favore di una destra truce, reazionaria ed anche bigotta. Insomma la crisi è un bene ma Salvini l'ha fatta a suo uso e consumo. Dunque evitiamo di commettere errori e pensiamoci bene prima di andare disinvoltamente alle urne.

13 agosto 2019|Primo piano|

DIAMOCI UNA VERA PROSPETTIVA EUROPEA

"Per essere italiani nel mondo, dobbiamo essere europei in Italia" (Gianni Agnelli)

19 maggio 2019|Primo piano|

PENSIAMO AL FUTURO

Non possiamo arrenderci o essere indifferenti alla perdita della biodiversità e alla distruzione degli ecosistemi, spesso provocate dai nostri comportamenti irresponsabili ed egoistici. «Per causa nostra, migliaia di specie non daranno gloria a Dio con la loro esistenza né potranno comunicarci il proprio messaggio. Non ne abbiamo il diritto» (Papa Francesco)

17 marzo 2019|Primo piano|

PD : NESSUN PRIMARIO, SERVE UNA SQUADRA

"Noi del PD, siamo l'unica alternativa alla destra. La propaganda 5Stelle sbatte contro la realtà. Un nuovo centrosinistra aperto al civismo è la strada da percorrere per tornare a vincere #fiancoafianco". Maurizio Martina

2 marzo 2019|Primo piano|

DIVERSAMENTE PD

"Oggi è più facile scappare che entrare nel PD. Eravamo il partito della società civile, siamo diventati il partito delle polemiche interne. Dobbiamo tornare una grande comunità democratica, inclusiva e solidale. Per farlo abbiamo bisogno di staccare la spina alle logiche del passato. Così la prima rivoluzione sarà promuovere le primarie sempre e per tutti come strumento di selezione della classe dirigente. Basta con i pacchetti di tessere per “comprarsi” il voto dei circoli ed eleggere i segretari. Facciamo contare gli iscritti con consultazioni continue sulla linea politica e restituiamo dignità alla parola democratici. (M Richetti)

25 gennaio 2019|Primo piano|

SERVE UNA RIFORMA ISTITUZIONALE

“abbiamo difficoltà enormi a esprimere l'interesse generale europeo”. In altre parole dobbiamo avere chiaro che “la somma totale di interessi nazionali in conflitto tra loro non porta all'interesse generale europeo”. A porre rimedio a questa situazione, può essere solo la Commissione europea, unica che “può portare valore aggiunto esprimendo l'interesse generale”. Insomma se l'Europa non è riuscita a risolvere la crisi greca in modo “tempestivo e ordinato” è perché “non abbiamo gli strumenti istituzionale politici o democratici per questo scopo”. Ora è chiaro quindi che “servono cambiamenti e non sto parlando di ritocchi cosmetici o di cambiamenti da fare in dieci anni”. Pierre Moscovici

9 novembre 2018|Primo piano|