Se volessi dire che il PD è un partito perfetto, con una linea politica inappuntabile ed una strategia insuperabile, potreste pensare che sono da TSO, in quanto impazzito ma siccome ho piena consapevolezza dei limiti del PD, provo a spiegarvi perché comunque lo voterò (senza fatica).

Proverò a ragionare, dunque, senza scadere nella propaganda, perché come sapete, pur essendo del PD, non risparmio critiche al PD, quando non mi convince.

Intanto una premessa, io non voterei mai per la destra nazionalista e populista ma non per un giudizio etico, bensì per una questione ideologica e valoriale che viene da lontano, su cui non si può transigere. Poi francamente una destra che ha i dubbi sull’Europa, che pensa di sfruttare il problema  dell’immigrazione a fini elettorali e strizza l’occhio alla storia fascista mi provoca la nausea.

Altrettanto non ritengo giusto votare per un Partito (che si fa chiamare Movimento) privo di una chiara proposta di governo che non si sa se di destra o di sinistra e ricerca i consensi sopra una presunta diversità “morale” e con atteggiamenti demagogico e populisti da spocchiosi mentre nelle città che amministra fornisce prove deludenti.

Quanto a LeU non ritengo di doverlo prendere in considerazione per il fatto che la sua è solo una partecipazione identitaria che punta al diritto di tribuna parlamentare ma è priva di ogni possibilità di Governo e siccome per fare politica occorre essere in grado di promuovere o condizionare le scelte opportune per il bene del Paese il voto a LeU sarebbe del tutto inutile o peggio servirebbe a far vincere la destra.

Il centrosinistra, francamente e nonostante alcuni errori (evidenti e significativi) commessi negli ultimi anni di Governo, direi che si prospetta come una coalizione coesa e moderata con la guida sicura di un PD a trazione Renziana. Per altro volenti o nolenti in questi anni sono stati adottati provvedimenti che sul piano dei diritti civili hanno reso più giusto e moderno il nostro Paese mentre anche sul piano economico hanno permesso all’Italia d’intrapprendere l’uscita dalla crisi e ridare slancio al sistema produttivo nazionale. Certo qualcosa di più andava fatto sul piano sociale e questa carenza comporta molte critiche ma l’importante è aver capito bene la lezione ed impegnarsi a fare un programma d’attenzione sociale per il futuro. Certo chi è contro Renzi non voterà mai per il PD ma i dati statistici stanno a dimostrare che la strada imboccata dai Governi di centrosinistra è davvero quella giusta e necessaria per far crescere l’Italia dentro l’Europa.

Certo il voto al PD , oggi, può sembrare un voto destinato alla sconfitta ma sicuramente è un voto per la responsabilità e per dare quella continuità di Governo, di cui necessita oggi il Paese, per non incorrere in un’avventura.

Il voto al PD nel nostro territorio comporta votare per Andrea Marcucci al Senato e per Cosimo Ferri alla Camera. Si tratta di due candidature forti e di qualità che potranno rappresentare al meglio il nostro territorio.

Qualcuno vuole meravigliarsi per la candidatura di Cosimo nel PD e pensa che ciò sia inaccettabile per coloro che si sono sempre battuti contro lo schieramento di centrodestra (a guida Ferri Enrico e Jacopo) a Pontremoli ma seppur “calata dall’alto” questa candidatura è la migliore e la più utile possibile per noi lunigianesi. Io, infatti, considero questa candidatura in linea con l’esperienza di governo fatta da Cosimo negli ultimi tre governi di centrosinistra e sono convinto che rappresenti una grande opportunità per il PD di Massa Carrara e per la nostra comunità locale. La probabile elezione di Cosimo Ferri ci renderà disponibile un Deputato in grado di fare molto per il nostro territorio e con questo spirito voglio ringraziare il PD nazionale che ci ha regalato questa grande opportunità.

Se come avevo detto all’inizio ritenevo che fosse naturale dover votare per il PD, almeno come “male minore”, oggi alla luce delle candidature locali, lo faccio con maggiore convinzione perché oltre alla ragione mi supporta una speranza in più per il rilancio della nostra Lunigiana.